• join@startaward.it
Life

Street food: gli artigiani del cibo

“Non c’è amore più sincero di quello per il cibo.” George Bernard Show

Il cibo esiste da sempre ma i modi di cucinare e mangiarlo sono profondamente cambiati nel tempo, adattandosi agli sviluppi culturali e sociali.

Uno dei trend del settore è lo street food, con il quale si identifica l’incontro tra il cibo e la strada.

Il consumo di cibo pratico e veloce nasce tra i popoli nomadi e si struttura in epoca romana in forma di veri e propri punti di ristoro all’aperto, nei pressi delle strade.

Nella storia recente, il modello si consolida negli Stati Uniti dove i chioschi ambulanti occupano ogni angolo di strada. Il successo americano è dovuto alla frenetica vita dei cittadini che hanno, ormai, rafforzato l’abitudine di consumare pasti veloci per strada.

Importata in Italia, l’idea di business si è facilmente adattata alla cucina italiana, da sempre ritenuta la più famosa nel mondo, facendo delle tradizioni culinarie regionali il suo punto di forza.

Il modello incontra il consenso del pubblico poiché gli riconosce l’innovatività di valorizzare i territori attraverso la gastronomia. Nel pensare nuovi modi di proporre la cucina povera locale, i produttori diventano veri e propri artigiani del cibo.

Le cucine itineranti offrono al pubblico un’esperienza gastronomica unica. I fornelli dei truck food si accendono alle 11.00 del mattino in modo da permettere l’assaggio di prelibatezze delle regioni italiane disponibili per ogni pasto: colazione, pranzo, merenda, aperitivo e cena, fino allo spuntino di mezzanotte (orario di chiusura degli stand).

L’interesse verso il modello dello street food è in costante aumento. Sono sempre di più gli appassionati che alle cucine accessoriate dei ristoranti preferiscono camioncini e spazi all’aperto come regno dove dare sfogo alla loro arte culinaria.

Il fenomeno ha attirato anche le attenzioni di chef stellati ed altri esponenti del settore. Perfino il Gambero Rosso ha proposto una guida che raccoglie il meglio del cibo on the road: botteghe, food truck, api itineranti, mercati gastronomici, senza dimenticare qualche geniale intuizione da chef.

Gli eventi dedicati non mancano. In ogni week-end dell’anno ci sono circa 35 festival dedicati, con una media di una ventina di truck per manifestazione.

Non resta che assaggiare!

Previous ArticleNext Article

Lascia un commento