• join@startaward.it
Start Up

L’innovazione ai tempi di Schumpeter, Adam Smith e Marx

L’innovazione è un tema che ha interessato nel corso del tempo diversi studiosi ed economisti. L’impatto che ogni innovazione ha dimostrato di avere sullo sviluppo sociale, ha permesso la nascita di una curiosità crescente nei confronti di tale fenomeno.

Se volessimo affrontare un excursus storico a tal proposito, potremmo citare diversi economisti che si sono cimentati nell’analisi delle cause e degli effetti dell’innovazione. Parliamo, ad esempio, di Adam Smith, Usher, Marx e Schumpeter. Adam Smith nel 1776 scrive “La ricchezza delle nazioni”, all’interno della quale opera analizza come l’incorporazione del progresso tecnologico nel capitale favorisce la divisione e specializzazione del lavoro, che si riflette in una maggiore produttività. Interessante è anche la visione capitalistica di Marx, secondo la quale l’innovazione è una risposta necessaria alla progressiva pressione attuata dal mercato nei confronti delle imprese. Sicuramente il nome che viene solitamente associato all’innovazione è quello di Schumpeter. Egli, infatti,nei primi anni del ‘900, inizia a discutere in modo approfondito il ruolo dell’innovazione nelle moderne economie industriali. Per lo studioso l’innovazione é una risposta creativa dell’impresa che porta ad un miglioramento dell’intera industria. Tutte le imprese, a prescindere dalla loro dimensione, possono innovare a patto che riescano a mantenere in modo sostenuto l’andamento innovativo. Schumpeter, quindi, può essere considerato il padre dell’ideologia afferente l’innovazione: è con esso che il mondo ha iniziato a superare i propri limiti, ponendosi un passo più avanti ad essi. È proprio il superamento di tali limiti che hanno portato l’umanità a nuove scoperte, al progresso e al mondo tecnologicamente avanzato che conosciamo oggi. Sono sicura, però, che siamo solo all’inizio. Abbiamo ancora tanto da scoprire e da sperimentare, la mente umana è un pozzo inesauribile di idee, ingegno e genialità.

Di Chiara Sibilia

Previous ArticleNext Article
Chiara Sibilia
Salve a tutti. Mi chiamo Chiara ed ho 24 anni. Sono una specializzanda in Economia e Management dell'innovazione all'Università degli Studi di Salerno. Vengo spesso identificata come una marketing specialist,ma a me piace definirmi una grande appassionata del mondo dell'innovazione e delle start-up. Nel frattempo partecipo a concorsi per idee innovative e laboratori altamente formativi.

Lascia un commento